venerdì 6 febbraio 2009

Come si fa il Baccalà alla portoghese?

Tornata da uno dei suoi infiniti pellegrinaggi, questa volta é stata in Portogallo al Santuario della Madonna di Fatima, mia madre, mi racconta tra l'esaltato e il nostalgico di un piatto assaggiato laggiù. Che io sappia durante questi viaggi organizzati dalle parrocchie non si mangia granchè bene ma se lei mi dice che era buono non posso che crederci. :/
"Com'era fatto le chiedo?"
"ah, non lo so, so solo che era buono, che era cremoso, e che gli ingredienti principali erano Baccalà, cavolfiore e purè di Patate"
Silenzio....
"Ci proviamo?"

Baccalà mantecato(???)con broccoli e purè di patate
Ingredienti
  • un grosso filetto di Baccalà
  • purè di patate molto denso (fatto con circa 600 g di patate)
  • latte
  • un cavolfiore di media grandezza
  • burro
  • sale
  • parmigiano

Tenere il baccalà a bagno per circa 48 ore, cambiando l'acqua almeno 4 volte.

Metterlo in una pentola con acqua fredda, portare a bollore e farlo cuocere ma non troppo. Scolarlo lasciare raffreddare, eliminare pelle e lische, sminuzzarlo e metterlo in una grossa pentola.

Dividere il cavolfiore in cimette, sbollentarle, quando è quasi cotto scolarlo e aggiungerlo nella pentola con il baccalà.

Nella stessa pentola aggiungere tanto latte quanto ne serve per rendere il tutto cremoso e per ultimare la cottura.

Cuocere a fuoco bassissimo, mescolando vigorosamente e aggiungendo, se necessario, un pò di latte.

Aggiungere il purè di patate ( che se siete attrezzati di bimby intanto si autopreparerà:), il parmigiano, e il burro, mescolare ancora e versare il tutto in una teglia imburrata e infarinata (io ho messo della carta da forno, ma credo sia meglio non metterla per fare in modo che si crei una crosticina croccante anche sul fondo).

Infilare nel forno caldo e lasciare cuocere fino a che si sarà rassodato (circa 35 minuti) e che si sarà formata una bella crosticina dorata.


Il risultato è sorprendentemente buono, l'abbiamo rifatto ancora cercando stavolta di non sminuzzare completamente gli ingredienti ...anche stavolta favoloso.
D'altronde l'abbinamento baccalà/cavolfiore non l'abbiamo mica inventato noi!!!











13 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao, a me personalmente il baccalà non piace, ma sono stata diverso tempo in Portogallo e posso dirti che secondo un detto popolare esistono almeno 365 modi per cucinare il baccalà, uno per ogni giorno dell'anno. Uno molto famoso è quello alla panna, in portoghese "bacalhau com natas". Forse è quello assaggiato da tua mamma. Buona ricerca (io continuo a fare blogsurfing) :o) Tiziana

Giovanna ha detto...

Grazie tiziana e benvenuta nel mio blog, sei stata utilissima, credo che la ricetta che ha assaggiato mia madre sia una variante del bacalhau com natas.

samy ha detto...

Sembra davvero goduriosissimo...sa tanto che questo fine settimana mi armerò di baccalà... :-)

Val Tidone ha detto...

Ho tentato diversi abbinamenti, ma quello che li supera tutti è l'ortrugo fermo Podere Casale DOC dei colli piacentini: morbido e dai profumi delicati e fini, di buona struttura e molto persistente, a dispetto del nome sconosciuto è vinificato in purezza da uve dell' omonimo vitigno autoctono. Da provare

sandra ha detto...

Ciao cara, il viaggio a Fatima è davvero un'esperienza particolare, che ti fa pensare..
Ci sono stata nel 2005 e ci tornerei domani in Portogallo. Bellissima nazione, terra ricca di fascino e storia.. e che piatti!
Quel baccalà è davvero buonissimo!
abbracci

Lydia ha detto...

Io ho imparato a mangiare il baccalà in un viaggio in Portogallo.
Ti stavo per l'appunto dicendo che la ricetta in questione poteva essere sililare al bacalhau com natas.
Se vuoi ho la ricetta, l'ho anche fatto qualche anno fa.
Bando alle ciance, questa ricetta mi piace molto

Giovanna ha detto...

samy, te lo consiglio proprio , anzi mi sa tanto che lo rifaccio anch'io domenica stavolta provop qualche altra ricetta però


Val Tidone, io sono quasi completamente ignorante in questo campo... però il vino mi piace :) grazie delle preziose informazioni


sandra, non sono mai stata a fatima ma prima o poi ci andrò... anche perchè la mia mamma mi ha raccontato meraviglie

Lydia, certo che voglio la ricetta... provre provare provare è il mio slogan :)

Baol ha detto...

Sarà sicuramente fantastico

anna righeblu ha detto...

Ciao, a me il baccalà piace e copio subito la tua ricetta!

Ciao cara Giovanna, un abbraccio

samy ha detto...

Grazie d'esser passata a "trovarmi" trovare il tuo commento è stato un vero piacere !! :-)un sorriso

sciopina ha detto...

mi piace mi piace anche sentirne solo parlare. Una ricetta da provare sicuramente..
ciao
sciopina

Papà Volontario ha detto...

ciao Giovanna, sei proprio tu nella foto sul servizio di Famiglia Cristiana, vero? Ciao ciao

Giovanna ha detto...

Baol, sicuramente :)

anna righeblu, copia pure ;) un abbraccio a te

samy , il tuo post era davvero esilarante, brava


sciopina, io ho intenzione di rifarlo presto, magari provando qualche altra ricetta



Papà Volontario , si sono proprio io e sono l'unica che ancora non si è riuscitaa vedere... qui di Fam, cristiana ne arriva solo una copia :( e non ce l'ho io :)