martedì 8 gennaio 2008

Bambini e cibo


Stamattina è ricominciata la vita normale

All'asilo c'eravamo tutti: la bidella con gli occhi persi, il sorriso stampato e i boccoloni biondo tinto; il chiaccherio che riecheggia dalle porte aperte delle aule sui corridoi lunghi, la maestra felice che accoglie i bimbi con festosi abbracci dopo la lunga pausa delle vacanze. Le mamme adrenaliniche: un bimbo all'asilo l'altro a scuola, la lista della spesa, la macchina posteggiata in doppia fila, il lavoro da consegnare in ufficio. I bambini, mezzi addormentati e pensierosi coi gomiti sui banchetti e la testa a Mushiking (almeno il mio). Sono così belli. Quello con la riga dritta precisa e il capello appiciccato in testa, quello con il gel e i capelli "a sparo", quello che invece ce li ha sparati in tutte le direzioni e si vede che c'ha l'occhio furbo e i pensier agitati come i capelli. Quello magromagro che il grembiolino gli cade sulle spalle e la sua mamma impazzisce a pensare che cosa preparargli per il pranzo ... e quello cicciottello che il grembiulino lo riempie tutto e sta già pensando che nello zaino c'è la merendina...
Ma quanto sono belli i bambini? Per fortuna in mondo in cui spesso sono protagonisti di fatti spiacevoli c'è qualcuno che pensa a loro in maniera positiva e utile.
Io c'ho la fissa con la storia dell'educazione alimentare nei bambini.... E ho trovato interessantissima una iniziativa segnalata da Gusto blog, promossa dall’Associazione Nazionale Città dell’Olio. Qui tutte le scuole che vi parteciperanno.


A parte il fatto che ci manderei sicuramente mio figlio... anch'io parteciperei molto volentieri.

21 commenti:

anna ha detto...

Ciao Giò non ho figli ma lavorando in campo sanitario conosco bene il problema cattiva alimentazione e obesità. I genitori spesso non capiscono che i loro figli alimentandosi in modo sbagliato incorrono in gravi problemi di salute . Quindi un mega urrà a queste iniziative e spero ce ne siano altre.
Baci

Dolcezza ha detto...

hai ragione giovanna!è un'ottima iniziativa, questo natale sono scesa dai miei parenti e in un supermercato ho notato un numero spropositato di bambini obesi.Forse bisognerebbe spiegare qualcosina hai genitori..educare ad una alimentazione corretta (senza esasperazioni ovviamente!) è importante quanto educare a dire buonasera, grazie e per favore!
un abbraccio!

Aiuolik ha detto...

E' giusto che i bimbi imparino sin da piccoli la cultura alimentare...però dobbiamo essere noi grandi a dare il buon esempio. Io non ho figli ma se mai ne avrò cercherò di evitare merendine confezionate e cose ipercaloriche come patatine e bibiete gasate per le buone merende di una volta!

Ciaooo,
Aiuolik

giulia ha detto...

Ciao! Abituare i nostri figli a mangiare bene è sicuramente un modo corretto per farli stare bene!
Nella mensa che cucina per le scuole qui dei dintorni, hanno introdotto un menù con piatti della tradizione toscana per far conoscere ai bimbi i prodotti ed i sapori della regione in cui vivono; io la trovo un'ottima iniziativa :)
un abbraccio giulia

Gourmet ha detto...

mangiano male sono tanti.. e epr accorgersene basta guardare cosa ordinano (notare cosa ORDINANO)al ristorante! Mi ricordo quando andavamo fuori con i miei.. ordinavano loro e mangiavo tutto fino all'ultimo boccone! Vi sembra che qualcosa sia cambiato?Come dice dolcezza dovrebbero fare un corso per imparare a fare i genitori!
un bacione tesora!!

Giovanna ha detto...

ciao Anna, per mia esperienza personale (mi ritrovo qualche[diciamo qualche] chilo di troppo) imparare a mangiare sano si dovrebbe da piccolima come dice aiuoik è l'esempio quello che conta... ed io ho avuto una mamma golosissima!! adesso che anche i miei figli hanno una mamma golosissima penso che è difficilissimo fare i genitori soprattutto perchè ho un bambino che mangia pochissimo e una che invece mangerebbe in continuazione.
Dolcezza!! ho apprezzato molto il (senza esasperazioni) non sopporto i genitori che non hanno mai fatto assaggiare la coca cola ai loro figli :)

Aiuolik: magari gli insegnamo a mangiare la trippa :)

Giulia; è una bellissima cosa , visto che ormai per la fretta si va a vnti a meinesrtoni surgelati! dietetici e poco costosi :)
SAndra , se aprono un corso così sono la prima a frequentarlo :)))... spero che i miei figli non saranno troppo grandi! :)

Baol ha detto...

Se i bambini imparano subito a mangiare meglio allora saranno più sani...solo che devono imparare anche alcune mamme O__o

cat ha detto...

Una volta una mamma mi ha chiesto sconvolta: ma è vero che tuo figlio mangia il cavolfiore e le rape rosse, e che viene "dai macrobiotici" (abitiamo vicino al ristorante macro)volentieri? Sia chiaro anche i miei pm, lasciati allo stato brado, alle feste di compleanno si ingozzano di patatine e cola, ma sono abituati anche a gusti meno standard, e quando mi chiedono pane e olio mi inorgoglisco tutto. La cosa dura è rinunciare a qualche schifezza anche noi genitors supergolosi, ma non c'è storia! se ti beccano in fallo, è vanificato ogni intento educativo! saluti, hem, solo un po'golosi cat

Anna ha detto...

Che bella questa iniziativa che hai segnalato! Spero che abbia sempre più successo.
L'impegno della scuola in questa direzione è molto importante, e può risultare efficace se anche in famiglia c'è una sensibilità attiva.
I bambini, se interessati, riescono spesso a coinvolgere anche i genitori!
Ciao, un abbraccio :-)

Dolcezza ha detto...

Eh, cara giovanna, soprattutto alcune mamme di bambine sono esasperanti col cibo..Non puoi vietare ad un bambino la nutella,i dolci o la coca cola, bisogna insegnare la moderazione!Anche io da piccola mangiavo solo certe cose e non altre, però mia mamma si ingegnava a "camuffare" le verdure sotto mentite spoglie, io vedevo che lei preparava tutto con amore ed è difficile che lasciassi qualcosa nel piatto!Sembra una cosa sdolcinata e banale forse ma è vero!E' chiaro che se vuoi propinare a un bambino che so, le zucchine lesse a rondelle sbattute in un piatto con la fettina..beh, non sarà proprio felicissimo..no?sbaglio?

mario ha detto...

ciao caramella.....
l'alimentazione è importantissima e l'iniziativa e giustissima...
il nick cambialo
metti caramella light
ahahahhahaha scusami

Gallinavecchia ha detto...

I bambini sono bellissimi, unici e incredibili e spesso penso a quanto sarebbe bello il mondo se crescendo si restasse tutti più bambini.
p.s. pane e olio è la mia merenda must in assoluto... e la pulcina l'adora :-)

fabdo ha detto...

Anche io mi rendo conto con Isabella, di come sia importante l'esempio che diamo. I piccoli sono come spugne, assorbono tutto.
Io ho da sempre problemi di peso (per motivi soprattutto fisiologici, ma non solo) di sicuro non voglio che la mia piccola ne abbia e quindi sto particolarmente attenta.
Evito le cose inutili (merendine, patatine, "zucchero in lattina"), i grassi e soprattutto gli zuccheri eccessivi. Ma questo non significa che non le faccio assaggiare tutto. E soprattutto deve mangiare quello che mangiamo noi. Non cucino apposta per lei.

Sono dell'idea, però, che il cibo è nutrimento anche per l'anima, non solo per il fisico. Bisogna apprezzarlo e goderselo.
Ed è anche per questo che il compito per noi genitori resta non facile.
Con un pò di pazienza, buona volontà e soprattutto informazione, ce la possiamo fare ^_^

kusje ^.^

Dolcetto ha detto...

Cavoli ci andrei anch'io!!!!
Hai ragione Giovanna: quanto sono belli i bambini?? Fino alle elementari i bambini hanno la capacità di farti capire quanto sia bella la vita anche nei momenti peggiori... Poi dalle medie, e soprattutto dalle superiori, qualcuno diventa un po' "discolo" (soprattutto l'ho notato negli ultimi anni: prendo il loro bus e qualcuno è davvero esageratamente maleducato!) e magari ti ispira meno tenerezza, ma penso sia normale crescendo... ;P
Un bacione, buon fine settimana!!

giu&cat ha detto...

Bellissimo e realistico il tuo racconto! Anch'io sono dell'idea che i bimbi vadano educati a mangiare bene (e non a fare la dieta). Cat

Francesca ha detto...

anche io sono d'accordo sull'educazione alimentare dei bambini, sull'approccio al cibo sano in maniera ludica e istruttiva. E ci andrei anche io a questa gita alla scoperta dell'extravergine!

Francesca

Tatiana ha detto...

Non c'è cosa peggiore di avere una mamma che ti sfama d'amore e di cibo ora poi rispetto a noi, tanti vengono riempiti di merendine, diventando un po' dipendenti al posto di un bel panino come una volta, fortuna che molte mamma hanno ripreso a farle da sole le merendine ho un amica che si fa le crostatine le ha rifatte uguali ad una nota marca e le impacchetta sotto vuoto e ogni mattina gli da una delle sue al posto di quelle comprate ;-)

enza ha detto...

bene. dico la mia.
sono stata una bambina grassa. avete letto bene, e ne ho sofferto tantissimo.
ero abituata a mangiare di tutto in una famiglia che non sa cosa vuol dire attenzione ai grassi o al sale, si anche quello è importante

Ho sposato un exbambino grasso che come me ne ha sofferto tantissimo.

Figli entrambi di quei genitori nati nell'immediato dopo guerra che pensavano per reazione al loro vissuto nella fame che grasso è bello e fa bene,
ho faticato tantissimo per tornare in forma, e fatico tutt'ora.
non sono sottopeso, sono normopeso e ora di bambine ne ho 3 e tutte grandi, nel senso che alla nascita pesavano tutte oltre i 4 chili.
ci sto attenta, nel senso che non le forzo a mangiare, assecondo la loro fame, se hanno fame mangiano (e lì mi ingegno a preparare le cose nel modo più sano possibile) e se non hanno fame non le forzo mai.
la quantità la scelgono loro quello che mangiano lo scelgo io.
frutta e verdure...li ho abituati a mangiarne tanta e se a merenda vogliono la frutta o lo yogurth piuttosto che la cioccolata le accontento volentieri ma anche le shchifezze in modica quantità non sono bandite.
Non mi oppongo alla coca cola o alla merendina confezionata e industriale (che, diciamolo è anche pratica a volte e ti salva quando nella dispensa non hai niente di homemade da dare).
finora va bene, nel senso che le mie bambine mangiano tutto con i loro gusti.
Ad esempio sara adora la pasta con la ricotta schiacciata ma non Livia che invece preferisce olio e parmigiano.
Hanno i loro gusti.
Insomma che volevo dire?
nessuno ci insegna a fare i genitori e spesso riversiamo le nostre esperienze su di loro.
l'importante è cercare il giusto equilibrio, provare ad invogliarli a scegliere cose che anche noi sceglieremmo per loro.
io assecondo soprattutto il loro senso di fame senza forzarli.
piuttosto limito le quantità quando capisco che stanno esagerando.
mi spiego...se vogliono la seconda merendina o il secondo succo di frutta faccio muro e glieli nego o li dirotto sulla frutta.
finora sono bambine "giuste" cioè in linea per peso e altezza.
non ho mai visto un bambino cosìdetto inappetente diventare anoressico da grande!

enza ha detto...

ah....avercela la bacchetta magica e il manuale del genitore e del figlio perfetto!
Peccato che non ci sia nessuna scuola di roma coinvolta innquesta bellissima iniziativa.

Viviana ha detto...

eh eh fantastica iniziativa davvero, anche perchè è da cosa e come mangiano i primi anni che mangeranno da grandi :D
che belli che sono i bimbi !! :D smack!

Arietta ha detto...

ihihih! l'ho scritto io quel post :-P
e ora ho anche un mio blogghettino di cucina: me felice!
ciao :)