giovedì 2 agosto 2007

Considerazioni di metà anno

Il bello della blogosfera, quella che si occupa di cibo, è questo amore per quello che è un bisogno primario, un'esigenza primordiale. Una necessità che diventa piacere, raffinatezza. A volte ricordo, esperimento, a volte tentativo, altre ironia, altre simpatia. A volte elegante semplicità, altre inventiva.
La trama cambia in ogni blog e in ogni pagina, come in ogni paese e in ogni casa, ma il soggetto rimane lo stesso: il cibo. Alla cucina uniamo anche il piacere per scrivere. Forse anche un certo, sano (non sempre, purtroppo) esibizionismo. E quasi tutti amiamo leggere, quasi tutti abbiamo consigliato un libro, o, lo abbiamo semplicemente commentato.
Ho scoperto questo mondo da neanche sei mesi e ogni giorno mi appassiona sempre di più. Ho imparato tantissimo, ho preso spunto da tantissimi food-bloggers per i miei piatti. Ho conosciuto tante belle persone, ho fatto alcune nuove amicizie.
Mi piace questa blogosfera.
Qualcuno mi dice spesso che io non mi accorgo mai delle cose negative, e che vivo un po' come Alice nel paese delle meraviglie...
Vi prego smentitelo!!!

Alici marinate e pompelmo rosa
Si deliscano le alici e si mettono a marinare per un'oretta in un misto di agrumi in queste proporzioni
  • Il succo di un'arancia
  • di un pompelmo
  • di mezzo limone

Si sbuccia a vivo un pompelmo, si dividono gli spicchi e si dispongono nel piatto con sopra le alici. Si condisce il tutto con sale rosso delle Awaii (che ho sperimentato dietro consiglio di molte di voi) e qualche goccio di olio d'oliva.


22 commenti:

marinella ha detto...

Alice vive in uno splendido paese, non vedo cosa ci sia di male, e poi il cappellaio matto è molto più intelligente di tanti che vivono nel mondo reale.
Buon non compleanno!!!! e avanti tutta per i prossimi 6 mesi.

Lory ha detto...

GRazie!

k ha detto...

Anch'io la penso come te. Questo mondo mi ha arricchito e mi dà continuamente nuovi stimoli. Certo, ci sono cose che non mi piacciono, ma sono tutte cose che, belle o brutte, sono parte integrante delle relazioni tra le persone. E' così dappertutto. Io cerco di prendere il "buono", e di non dare troppo peso al "cattivo" di questo mondo. Finché ci riuscirò, continuerò a divertirmi ad aggiornare il mio blog e ad essere contenta di far parte di questa comunità :)
baci
ps: muy buena questa ricetta di alici :)

nightfairy ha detto...

Io ci navigo da un pò..é un mondo complesso, come le persone che lo abitano, ad ognuno di noi trarne positività :)
Buoni sei mesi!

adina ha detto...

mmhh...1) piatto ottimo! 2) foto molto carina!! :-) 3) giuste considerazioni.. anch'io da 6 mesi circa, e mi piace! ho trovato una nuova "casetta" con nuovi amichetti, alcuni conosciuti anche. è semplicemente la condivisione di una passione, uno scambio di parole.. che ci arricchisce in fondo. ma quel coniglio di alice che aveva sempre fretta? che gorte quella storia! ricordo bene? :-))

elisa ha detto...

io sono un po più novella..ma le sensazioni sono le stesse..spero sempre di incontrare gente come te..Ciao giovanna..

zrinka ha detto...

Siamo entrambe in periodo di considerazioni, vedo :o)
Scherzi a parte ... anche io la penso come te ... anche a me è capitato di incontrare durante questa avventura sul blog (molto recente) persone curiose, particolari ... con gusti ed opinioni simili ai miei ... oppure opposti, ma che mi hanno portato a riflettere, mi hanno fatto cambiare idea, mi hanno fatto sperimentare cose nuove ... e non parlo solo di nuove ricette.
E questo mi piace, mi piace molto!
Un salutone

Dolcetto ha detto...

Giò sono perfettamente daccordo con te! Fino ad oggi ho tratto solo benefici dalla blosofera e del fatto che ho un foodblog: esperienza (cucino molto più di prima, almeno come dolci), piacere nello sperimentare ricette nuove (il fatto di avere un blog mi sprona a provare cose che prima non avrei mai provato a fare), sviluppo dell'inventiva (se non mi veniva con 4 o 5 ricette alla settimana postate...!), ma soprattutto amicizia, nuove conoscenze e.... tanti tanti ma proprio tanti insegnamenti dai blog amici (tra i quali, moltissime volte, dal tuo). Grazie a tutti i foodblogger ho scoperto, e scopro ogni giorno, tantissime cose nuove di cui altrimenti non sarei mai venuta a conoscenza.
Unico punto negativo è forse il tempo che utilizzo tra post, commenti e giri tra gli altri blog, e che tolgo quindi alla mia sfera privata o comunque al mio tempo libero... peròne vale la pena.
Scusa mi sono dilungata...
Comunque continua ad essere la nostra Alice... se ce ne fossero di più di persone come te il mondo sarebbe migliore.
Un abbraccio

Stefano ha detto...

"Qualcuno mi dice spesso che io non mi accorgo mai delle cose negative, e che vivo un po' come Alice nel paese delle meraviglie...
Vi prego smentitelo!!!"

Vorrei tanto conoscerla una persona come te! sicuramente sempre ottimista.....credo che essere Alice nel paese delle meraviglie non sarebbe poi così male....

Ady ha detto...

Sai Giovanna a volte mi chiedo se è possibile che tutti le persone brave,simpatiche e disinteressate,insomma le vere amiche sono tutte in rete!
Già perchè io ne ho trovate più qui da ottobre che in tutta la mia vita!
Ti sembra plausibile? O forse è perchè qui i rapporti restano superficiali?
Mah! Non lo so, fatto sta che non sono per niente daccordo con Elthon John che sostiene che per ripristinare i rapporti tra le persone bisognerebbe chiudere la rete per 5 anni, perchè internet aliena le persone e distrugge l'arte.
Secondo me è solo preoccupato che vende molti meno dischi perchè i ragazzi li scaricano!
un abbraccio

Gloricetta ha detto...

Cara Giovanna vedo che oltre alla passione per la cucina ci accomuna anche questo lato del carattere...a me dicono che vivo nel "mondo di Pollyanna"!!! Come vedi e come più volte ho potuto notare, ci sono delle affinità elettive che passano anche attraverso la rete!! Resta nel tuo paese delle meraviglie...di persone pessimiste e ciniche è pieno il mondo... e ne vorremmo tanto fare a meno.

Giovanna ha detto...

Ciao Marinella , grazie, il cappellaio matto è molto amico mio!!
Di niente, Lory !! poi passo da te, per quella cosa ;).
Cara K , hai perfettamente ragione, anche da quello che non ci piace c'è da imparare... la ricetta della alici è anche merito tuo!
Grazie nightfairy , come sopra!
Adina , grazie tante di essere riuscita a passare dal mio blog prima della partenza! si, è proprio quella la storia!
Elisa cara, grazie, nel mondo reale è difficile incontrare persone come le vogliamo noi... ma come dice Ady , qui tutto sembra più bello, non credo però per una questione di superficialità ma perchè comunque siamo accomunate dagli stessi inetressi e questo ci fa sentiri più vicini!
Ciao zrinka ! considerazioni a parte... è divertentissima la blogosfera!!
Docettina ... non potrei mai scendere dalle ie nuvole anche volendo!! Grazie dei consigli sui siti che mi hai dato!
Stefano , benvenuto!!! ho già fatto un giretto nel tuo blog per conoscerti... proprio proprio ottimista non sono... diciamo che spesso non mi accorgo che non c'è da essere ottimisti fino a quando non mi arriva un vaso in testa!!!
Ady , sono d'accordo con te su Elton John, non credo affatto che internet alieni le persone, anzi....
Gloricetta cara, l'unica cosa che ricordo di Polyanna è un bellissimo gioco che faceva (credo di aver visto solo quel pezzo), Il gioco della felicita, che consisteva nel trasformare ogni cosa negativa in un modo per essere felice... ad esempio se ordini una bellissima bambola e dopo tanto tempo ti viene recapitato per errore unapaio di stampelle, bisognerebbe essere felici di non averne bisogno!! Semplice no? Io questo gioco me lo ricordo sempre!!

Danone ha detto...

Quando decido di sbirciare per blog e` sempre il tuo che guardo per primo. Sei davvero una bella persona, sensibile e profonda e credo anche molto serena.
Un salutone da Palermo
Danone

Vaniglia ha detto...

Giovanna cara, le considerazioni positive non potrei che controfirmarle, per ora è capitato di conoscere personcine fantastiche... poi io mi ci chiamo pure all'anagrafe Alice, come la tua pargoletta (No?! Vizi di famiglia... ;-D), figurati se non vivo in quel mondo... oddio, in realtà a momenti nel mondo fatato di wonderland, a momenti nell'iperrealismo cosmico, ma quello sarà che son pure gemelli, chessò!
^-^.. Baci baci

fabdo ha detto...

Cara Giovanna,

Sant'Agostino diceva: "Ama e fa ciò che vuoi"...
Seguire le nostre passioni, i nostri istinti, così come fai tu, trovo sia un dono.
I motivi che ci fanno avvicinare a questo mondo, potranno essere diversi, ma credo che infondo abbiamo tutti voglia di sognare.
I brutti e cattivi ci sono anche qui, talvolta travestiti da Fata Turchina, ma ci sono. Infondo è la vita no?! E la sua bellezza, sta anche nella libera scelta di non curarsi di loro, guardare e passare :)
Anche io sono entrata nella blogosfera da appena quattro mesi e posso già dire di essere contenta di averlo fatto: mi sento più ricca e libera...e la mia isola che non c'è, si fa sempre più vicina!

Buon viaggio e grazie anche a te, Giovanna!

kusjes
DoDo

sergiott ha detto...

condivido in pieno queste tue considerazioni.
L'importante nella "vita" è rimanere sempre un poco banbini.
Essere ingenui a volte non guasta, e soprattutto: orgoglio per la sempicità.

un abbraccio

Orchidea ha detto...

Ottima idea per un antipasto... grazie della ricetta.
Ciao.

Mitì ha detto...

Condivido tutto (e martedì mi preparerò quelle acciughe) :-*

Giovanna ha detto...

Daniela!! grazie sei carinissima

Vaniglia, non è detto che noi Alici, (e qui non è compresa mia figlia che invece mi sembra già una che dalla vita ha capito tutto) non sappiamo ogni tanto mettere i piedi per terra... è solo che è più bello tenerli qualche metro sollevati
fabdo
"Ama e fa ciò che vuoi" mi piace da matti!! La libertà è cio che più amo nella vita, la libertà che non ti allontana dagli altri, e che ti fa vivere senza ansie... è difficile ma si può fare!


Ciao sergiott... il tuo blog mi piace tanto proprio per questa tua semplicità, pur nella sua ricchezza di argomenti

Orchidea, di niente. Il crudo se si ha il pesce fresco, è anche comodissimo

Mitì, sei anche tu una bambina che si è persa nel magigo mondo delle favole? Se fai le acciughe fammi sapere come è andata. baci

Francesca ha detto...

son d'accordo con Marinella. Se uno vede male si deve preoccupare, non il contrario :-) Belle la cucina del placidomeme, presto parteciperò anche io. Ciao!

paola ha detto...

Originale questa tua ricetta con il pompelmo. Mi va di copiarla.
Ciao a presto

loste ha detto...

La gente ha paura di questo mondo, fondamentalmente perchè non lo conosce. Sente parlare di internet in tv in occasione di truffe e pedofilia. Ma questo è lo stesso mondo che c'è fuori, magari un tantinello più veloce, per qualcuno troppo. Io ci convivo da undici anni (l'ultimo da blogger). Con la rete faccio di tutto: acquisti, prenotazioni, film, notizie, parlo con i miei figli mentre sono fuori per lavoro, e qualche volta aiuto anche mio figlio a fare i compiti in remoto. Mai avuto un problema che sia uno. Invece fuori l'ultima fregatura l'ho avuto dal salumaio questa mattina: un prosciutto buttato nel secchio. Dillo ai tuoi amici, che quà ci sta l'uomo nero e che è meglio che non entrino. :))))
Ciao
Loste