venerdì 17 agosto 2007

Riti scaramantici, superstizioni e tabù.


E' Venerdi XVII.


Anagrammando il numero romano, si legge VIXI, vissi, quindi non sono più in vita. Questo, unito al fatto che il venerdi viene legato al giorno della passione e morte del Signore, è il motivo per cui è tanto temuta questa giornata.


Vi parlo di questo, non perchè io sia così superstiosa ma perchè, voglio segnalarvi che oggi La Mitica Mitì è stata Ospite ad Uno Mattina (rai uno). Purtroppo io non ho potuto vederla in diretta ma grazie ad Axel che l'ha registrata, abbiamo il video.


In suo onore ho raccolto, mettendo insieme ricordi e una veloce ricerca su internet, alcune superstioni riguardanti il cibo, giusto per non allontanarmi troppo dall'argomento che tratta il mio blog.


-La prima e più comune superstizione riguarda il sale che prende diverso significato in funzione del paese in cui ci troviamo. Rovesciare il sale sulla tavola, nella maggior parte dei paesi d'Italia porta sfortuna. Per evitare ogni sorta di sfortuna bisogna lanciare un pizzico di sale dietro la spalla sinistra.Questo non avviene dalle mie parti, dove invece si reputa cattivo presagio far cadere dell'olio (peggio se d'oliva, direbbe mia madre), e si scongiura l'inconveniente buttandovi sopra del sale.


Se volete sapere tante altre cose sul sale che niente hanno a che fare con le superstizioni e la sfortuna andate a dare un'occhiata su Soffi di Sale , bellissimo blog di Kja.


-Se versate il pepe, invece vuol dire che litigherete con il vostro migliore amico


-Altro alimento gettonatissimo da streghe e cultori dei riti scaramantici è l'Aglio . Sempre dalle mie parti tenere una treccia di teste d'aglio fuori dalla porta (può essere decorativo ?) tiene lontano malefici e malocchio. Ma l'aglio sembra avere la sua funzione anti-sfiga anche in altri paesi. Secondo una superstizione ceca, qui si crede che oltre a proteggere doni anche forza, una corona d'aglio non dovrebbe mancare in nessuna cena natalizia.


-Riguarda il Natale anche una credenza sulle mele: non si deve mangiarle quel giorno perché ricorderebbero il pomo della discordia.


Vediamo, invece, gli alimenti che portano bene.


-Porta fortuna rovesciare il vino; sembra che intingere il dito con il vino caduto sulla tovaglia e con questo bagnarsi dietro le orecchie abbia fatto diventare ricchi molti (a me non è ancora successo, ma ho fiducia! intanto rovesciare il vino, specie se rosso sulla tovaglia bianca, mi ha solo fatto inca..are)


-Anche mangiare le lenticchie a Capodanno porta un nuovo anno pieno di soldi... sempre se dopo il mega cenone ci stanno ancora;))


-Se si esprime un desiderio mangiando una varietà di frutta per la prima volta nella stagione, questo desiderio si avvererà.


Ecco inoltre ancune credenze dello stare a tavola


Spesso è la religione che si fornisce spunti per le superstioni


-Dall'ultima cena di Gesù abbiamo ereditato la credenza che essere in 13 a tavola è presagio di tradimento e di morte.


-Sempre per motivi religiosi è meglio non incrociare due posate a tavola, infatti ricorderebbe la crocifissione di Gesù


-Se cade una forchetta vuol dire che un uomo verrà a far visita


Infine altre superstioni che riguardano sempre il mondo del cibo


-Una delle credenze che più mi piace mettere in pratica, per assecondare la mia pigrizia nelle sere d'inverno (lo faccio ancora ogni tanto) è che non bisogna sparecchiare la tavola dopo cena; gli avanzi servono da nutrimento alle anime dei morti ed infatti nei tempi più antichi i resti del cibo venivano portati in offerta sulle tombe


-Quest'ultima l'ho letta in questo interessante sito: l’avvertenza di sminuzzare sempre i gusci delle uova, dopo averle consumate, ha un singolare rispecchiamento in un timore superstizioso diffuso in alcuni paesi dell’Italia: agli inizi del XX sec., si attribuiva alle "streghe" il sinistro potere di compiere malie proprio con i gusci delle uova.

E per finire una frase che mi piace tanto:

Dio fece il cibo, il diavolo i cuochi. (Joyce)

23 commenti:

Mitì ha detto...

Fantastico! (appena avrò una connessione decente, commenterò in modo più approfondito. Brava tesora!):-**

fabdo ha detto...

Un post formidabile! ^_^

Complimenti!

kus ^.^

Dolci Ricette ha detto...

Molto interessante..alcune cose nn le conoscevo :))

Alex e Mari ha detto...

Interessantissimo Giò! Grazie! E pensa che io non mi ero neanche accorta che fosse venerdì 17! Qui in Germania porta "peggio" il venerdì 13. Vedi che non sparecchiare la sera ha un senso nella vita?! Un abbraccio, Alex

nightfairy ha detto...

Alcuni li conoscevo, altri non avevo idea!

Adrenalina ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Bra ha detto...

Ricordo che il mio prof. la prima lezione di Latino al Liceo ci aveva rivelato l'arcano XVII-VIXI... Ci spiegò anche l'origine della superstizione legata al 13 (che mi risulta essere il corrispettivo del nostro 17 nel nuovo mondo), ma non riesco a ricordarla...

Giovanna ha detto...

Mitì grazie!!
Fabdo, bella anche la tua raccolta!
Manuela,Nightfairy alcune le ho scoperte anch'io ora!
Alex, a cosa ci dobbiamo aggrappare pe evitare i lavori di casa!
Bra, il 13 ricorda l'ultima cena, e il tradimento di Gesù, non so se ci sono altre origini di questa superstizione

Imma ha detto...

A scoppio ritardato - causa internet fuori uso - mi accodo pure io a farti icomplimetni su questo interessantissimo post! Alcune superstizioni le sapevo, altre mi hanno lasciato di stucco!

anna ha detto...

Di alcune cose proprio non sapevo!Bel post, complimenti!

Viviana ha detto...

Che bello l'intervento di Mitì! ed anche questo post, complimenti Giovanna!
Chi non ha mai mangiato le lenticchie a capodanno??!! hi hi...
buon inzio settimana!

paola ha detto...

Ho imparato un sacco di cose interessanti. Un bel article.
Ciao

Dolcetto ha detto...

Ma quante belle cose che ho scoperto leggendo questo post! Quante curiosità che non sapevo! Non conoscevo nenche il motivo della superstizione riguardante il venerdì 13... Interessantissimo questo post.
Un bacione
PS: buooooooni i muffin qui sotto!

marzia ha detto...

grazie per la visita, interessante anche quello che racconti tu. nel mondo dei pastori, di cui parlo nel mio blog, la superstizione è molto presente...

Gaia ha detto...

ciao giovanna!
sto facendo una carrellata di saluti questa mattina visto che è qualche giorno che sono tornata a casa...facciamo che anche qui funziona come con la prima frutta mangiata della stagione, questo è il primo saluto del rientro vacanze per cui esprimi tu un desiderio che si avvererà!!!
baciottoli
gaia

Monica ha detto...

Davvero interessante come post. Molti li conoscevo, sarà la radice meridionale. Però mi associo al tuo pensiero: il vino rosso sulla tovaglia fa incavolare anche me!
complimenti, blog davvero molto interessante.

Giovanna ha detto...

benvenute marzia e monica!! grazie

inutile donna ha detto...

ah però.. non sapevo tutto ciò, anche se qualcuna di queste cose l'ho sempre fatta ma farò tesoro di queste nuove informazioni.
non sono superstiziosa ma bisognosa di fortuna si!!
bel blog, complimenti..

Giovanna ha detto...

ciao, perche questo strano nick?
benvenuta nel mio blog e buona fortuna allora!!!

irene ha detto...

mi si è appena rotta una bottiglia di olio di oliva sul pavimento... ho buttato il sale sui gironali intrisi di olio...ora vado a buttare al secchio..

Anonimo ha detto...

Si, probabilmente lo e

Anonimo ha detto...

quello che stavo cercando, grazie

Anonimo ha detto...

Si, probabilmente lo e