lunedì 9 aprile 2007

Cosa non...darei per vivere su un isola




Grande la città grande... guarda là... grandi... ...novità... macchine veloci "genti" più capaci guarda...quante... SOCIETÀ!... Cosa non...darei per vivere su un isola

(Vasco Rossi Vivere una favola)
Ecco cosa vuol dire vivere in un'isola come Lampedusa!
Solo oggi posso Pubblicare il mio post di pasqua.
15 giorni senza adsl , telefoni fissi funzionanti a intermittenza, banche e posta con i terminali in tilt.
Come se non bastassero già collegamenti e trasporti che dipendono dalle condizioni metereologiche. Possibile che un cavo sottomarino venga cosi facilmente tranciato?? era successo anche lo scorso anno. Altri 20 giorni circa senza internet. Possibile che poi questo benedetto cavo non possa essere riparato in poche ore ? o almeno in pochi giorni? E questi ponti radio satellitari già in uso in altri posti del mondo sono per noi un'utopia? Possibile che non ci sia nessun risarcimento per questo disservizio? Lampedusa lavora con il turismo e in questo momento di prenotazioni per la stagione estiva non oso pensare e non so quantificare i danni che da questa interruzione ne siano derivati.
Ma cambiamo pagina... parliamo di quello che più mi piace: la cucina. La cucina come incontro di idee e ritorno alle tradizioni come momento di relax e chiacchiere tra donne.

Il risvolto della medaglia:
Cosa non...darei... per vivere una favola
Ecco cosa vuol dire vivere in un'isola come Lampedusa. Incontrarsi da chi ha la casa più grande e il forno a legna e fare i dolci di pasqua; tutti insieme come succedeva tanti anni fa.
Una impasta, l'altra ritaglia le forme, un'altra bada al forno, l'altra ancora decora. E poi terminare la serata con una cena improvvisata di spaghetti ai gamberi preparata dai mariti mentre noi diamo gli ultimi ritocchi ai nostri capolavori
I pupa cu l'ova (o pupi cu l'ova)
Sono dei biscotti che oggi si preparano in pasticceria con la pasta frolla ma anticamente assomigliavano più alla pasta del pane addolcita con dello zucchero . La nostra versione è una via di mezzo; hanno il sapore di biscotti al latte e sono ottimi per fare colazione.

Hanno le forme più svariate ma si attengono comunque al tema pasquale: cestini, colombe, agnellini, cuori per i papà , e doppi cuori per gli innamorati
Ingredienti:
  • 1 kg farina
  • 250 g strutto
  • 15 g ammoniaca
  • 3 uova
  • 300g zucchero
  • latte

Impastare tutti gli ingredienti velocemente come per la pasta frolla aggiungendo quanto latte necessita per una pasta morbida e facile da spianare. Ritagliare in precedenza su carta delle forme (agnelli, colombe ect)che poi vanno poggiate sulla sfoglia sottile per ritagliare i biscotti . Con un chilo di farina vengono circa 6 Pupa cu l'ova, dipende da quanto vi piacciono grandi. Quando avete ritagliato un biscotto ponetelo su carta da forno per poterlo mettere sulla teglia senza difficoltà una volta decorato. Appoggiate sopra alla pasta ritagliata uno o più uova sode colorate in precedenza e fermatele con nastri e con foglie ritagliate della stessa pasta. Decorate ancora i bordi o a vostro piacimento altre parti del biscotto con dei cerchietti di pasta ricavati con un ditale da sarta, e poi schiacciati da un lato a petalo

Infornate in forno ben caldo . Certo il forno a legna da al tutto un fantastico tocco di originalità e tradizione
Ma non è ancora finita preparate una glassa con dell'albume e dello zucchero a velo e decorate i biscotti tiepidi o freddi con un sac a poche con un beccuccio liscio e sottile seguendo i bordi dei biscotti o la vostra fantasia Mentre la glassa e ancora morbida colorate con diavolini codette e se volete anche degli smarties come abbiamo fatto noi anche degli smarties. Lasciare asciugare

9 commenti:

Dolci Ricette ha detto...

Che belli questi biscotti...complimenti :))

marinella ha detto...

Ciao Giovanna, ben tornata in rete, ci sei mancata!, i tuoi biscotti sono bellissimi e mi sa anche buonissimi. Credo solo che non avrei la pazienza di fare tutte queste decorazioni! Comunque concordo, il forno a legna è un'altra cosa! io ne ho uno "ibrido", nel senso che è alimentato a legna ma questa non stà nella stessa camera degli impasti, ma in un vano sotto, comunque anche così le cose vengono buonissime. A prestissimo

Giovanna ha detto...

@ciao dolci ricette, grazie; i tuoi complimenti sui dolci sono molti graditi visto che sei un'esperta!!
@grazie Marinella, mi siete mancati anche tutti voi; anche il nostro forno è come il tuo, e il risultato è stato ottimo. Per le decorazioni ... sono la mia passione!!

paola ha detto...

Ciao Giovanna,
che piacere risentirti! spero che anche tu abbia passato una buona Pasqua. La tua ricetta e magnifica e i tuoi biscotti cosi belli ! A presto con un tuo commento in francese...
Ciao e buona giornata.

venere ha detto...

Ma tu pensa... io vivo sulla terra ben ferma e l'adsl da me proprio non arriva... con il mio lentissimo modem 56k certe volte non riesco nemmeno ad aprire delle pagine... e x una settimana non mi sono potuta affatto connettere... Sei sicura di non aver diritto a rimborsi? Guarda nell'elenco telefonico dove c'è la carta dei servizi telecom e leggi l'art. 26. Se il tuo problema è contemplato, puoi mandare un fax all'803308187 e chiedere il rimborso x i giorni senza telefono: ti arriverà con molta calma, ma non possiamo continuare a farci bidonare così!
Ah bellissimi questi biscottoni, cucinare in compagnia è veramente appassionante!

Papilles et Pupilles ha detto...

wonderful ! splendides !

Valentina ha detto...

Giovanna sono STUPENDE!!!!Non ho parole!!!E'bellissimo immaginarvi tutte insieme a preparare queste delizie come magari hanno fatto le vostre nonne!Che magia!Quanto Amore!

golosastro ha detto...

che meraviglia di lavori...
chissà a quando risale la tradizione delle uova colorate e delle decorazioni di zucchero colorato (che è una cosa che c'è anche in germania, eh! anche se lì.. le uova non vengono incorporate ai dolci, come tradizione italiana)
un'ideuzza per arricchire la pasqua dell'anno prossimo ;-))

Anonimo ha detto...

mi imbatto in questo pezzettino di web per caso.....e mi sono commossa, perche` hai destato in me ricordi di bambina ...lontani e carissimi!